soltrenews header

I tubi di Baigong

baigong--I tubi di Baigong sono uno dei misteri più affascinanti del pianeta, e forse uno dei meno conosciuti in assoluto. I tubi di Baigong sono delle strutture che somigliano a condutture scoperte nei pressi del monte Baigong, a 40 km di distanza dalla città di Delingha nella provincia di Qinghai, Cina.

Queste condutture, che mostrano evidenti tracce di composti ferrosi, risalirebbero ad un periodo compreso tra i 70.000 ed i 150.000 anni fa, quando l'essere umano trovava difficoltà nell'accendere un fuoco, figuriamoci a manipolarlo per la fusione dei metalli.

I tubi di Baigong vengono considerati come un perfetto esempio di artefatti OOP (out-of-place, artefatti non coerenti con il loro contesto temporale e tecnologico). Le teorie spaziano da antiche civiltà sconosciute, dotate di tecnologie pari a quella in possesso del genere umano nel XX° secolo, fino a artefatti di natura extraterrestre. Ma manca davvero una spiegazione razionale a queste strane formazioni?

Il contatto con la natura riduce lo stress

naturaDagli scienziati Usa arriva il monito, “stiamo perdendo la natura e, con essa, la nostra interazione”; questo è un male. Un male per il corpo e la mente.

La natura non è solo una scenografia che fa da contorno al nostro vivere quotidiano o un luogo dove rifugiarsi nel finesettimana, ma è un essere vivente che, come tale, può interagire con noi. E, secondo il dottor Peter Kahn, professore associato di psicologia dell’Università di Washington, il problema sta proprio qui: «Stiamo perdendo non solo la natura ma la nostra interazione con essa», ammonisce, intendendo come il contatto con il mondo naturare sia essenziale per ottenere benessere sia a livello fisico che psicologico.

Aprire il cuore significa aprire la porta vibrazionale della libertà

david ickeTraduco (sintetizzando) quanto segue dalla newsletter di David Icke del 13 maggio 2012. Icke è appena tornato dal Perù, dove ha fatto ritorno dopo la prima volta “fatale” del 1991 quando la sua vita cambiò’ radicalmente dopo una esperienza insolita, una sorta di “illuminazione”. Il viaggio è partito da Cusco, la capitale del vecchio Impero Inca nel XV e XVI secolo, per raggiungere la “città perduta” di Machu Picchu, proseguire per Puno e il lago Titicaca, il lago navigabile più’ alto che esista al mondo (3964 mt ca. , sul livello del mare). Cristina Bassi

« Da Puno tornammo poi nella vicina Sillustani dove ebbi l’esperienza che mi cambiò definitivamente la vita nel 1991; l’energia ovunque andassimo li intorno era gradevolissima e potente. Verso la fine del giorno, però, passammo la frontiera con la Bolivia per visitare il sito antico di Tiwanaku (o Tiahuanaco). Qui  energia non era affatto gradevole e questo divenne il tema del giorno.

Se qualcuno crede che il pensiero umano e le emozioni umane non si imprimano  sul campo di energia , dovrebbero attraversare il confine tra il Perù e la Bolivia sulla strada che porta a Tiwanaku. Fu come entrare in un’altra dimensione (l’Inferno).

La Bandiera del Pianeta Terra

bandiera terra

Ho trovato questa bellissima iniziativa.. mi è capitato spesso di pensare al fatto che le bandiere possono unire un certo gruppo di persone ma le separano da altri gruppi, spesso vengono usate come segno distintivo di gruppi contrapposti.. quindi le vedo più come un simbolo di separazione e non mi piacciono tanto... Questa bandiera è ciò che cercavo e pensavo ancora non esistesse...

Qui alcuni punti tratti dal sito FLAG OF THE PLANET EARTH che vi consiglio di visitare....

davide

Biciclette in fibra di bambù - forti, elastiche ed ecologiche

bici bambu

La green bicycle high tech è una bicicletta che ha avuto un enorme successo in Nord America grazie al suo telaio realizzato in fibre di bambù. 51 milioni di fibre vengono lavorate in 40 ore di lavoro ottenendo un telaio con un elevato modulo di elasticità. A testimonia di questa caratteristica il fatto che queste fibre di bambù, a differenza della fibra in carbonio, consentono la progettazione di biciclette dalle forme più varie.

Ecco un curioso esempio:

Il Magnesio

Il Magnesio è il quarto mineralemagnesio più abbondante nel corpo e gioca un ruolo fondamentale nell'attivare oltre 300 reazioni chimiche. Esso è responsabile della corretta formazione delle ossa mantenendo una normale funzione muscolare, una regolazione della temperatura corporea, e un corretto assorbimento di calcio. Sempre più spesso, la scienza medica sta arrivando a credere che il magnesio e altri minerali mancanti dalla dieta di oggi potrebbero prevenire i disturbi cognitivi e il disturbo bipolare, così come aiutare a prevenire il morbo di Alzheimer e il declino mentale in età avanzata.

Una carenza di magnesio colpisce praticamente in ogni zona del corpo e può presentarsi con mal di testa, mal di schiena, spasmi muscolari, aritmia cardiaca, ipertensione, sindrome premestruale, osteoporosi, calcoli renali, insonnia, ansia, depressione, intorpidimento e formicolio degli arti e le estremità , e costipazione.

Il ragazzo che vive secondo natura

pecora

«il più piccolo degli orti è esso stesso compendio dell’intero Pianeta, una metafora tessuta da fibre vegetali, terra e acqua che ci insegna un modo responsabile di vivere il palcoscenico più grande, quello fatto di fiumi, montagne, mari, pianure. L’orto dona una visione privilegiata a chi lo coltiva. Serenità e una spolverata di saggezza. Così percorriamo le geometrie di ortaggi e ne usciamo pronti per affrontare le noie quotidiane»

“Sei troppo intelligente per lavorare la terra”. È la frase con cui un amico commentò la scelta straordinaria di Devis Bonanni, 28 anni. Nell 2008 ha lasciato il lavoro e ha deciso di vivere della terra che coltiva in un paesino della Carnia (Friuli –Venezia Giulia), dopo anni di esperimenti che ha raccontato in un blog, ora diventato un libro Pecoranera (Marsilio)  in libreria dal 7 marzo.

“Ti stancherai presto” profetizzò l’amico. “Sono ancora qui” dice Devis a Panorama.it. “non potrei più immaginare di vivere senza l’orto, qualunque cosa finirò per fare nella vita. Lavorare la terra è una parte di me, è come camminare, respirare”.

Odio le Mestruazioni: Mi Conviene?

ciclo mestruale

«Ogni volta che arrivano le mestruazioni è un problema. I dolori sono forti».
«Il periodo che precede le mestruazioni è un tormento: sono di pessimo umore, ho spesso mal di testa, sono nervosa».
«Non ho mai avuto una buona relazione con le mestruazioni. Sono solo una seccatura».
«Il mio ciclo mestruale è irregolare e ballerino».

Mestruazioni: un aspetto della vita femminile molto controverso.

 

Poche sono le donne che vivono questo evento serenamente. Tante sono invece quelle che vanno incontro a disturbi e disagi. Oppure ci sono diverse donne che le vivono "come se niente fosse", senza entrare in sintonia con questa profonda esperienza del femminile ciclico.

Per i disturbi mestruali oggi le proposte curative sono tante: farmacologiche e naturali. Io sono naturopata e quindi consiglio il secondo tipo di intervento. Però, nella mia esperienza, mi sono accorta di un aspetto importante.

Fare l'Amore fa Bene

amare fa bene

Cinque buone ragioni per farlo...!

In che posizione collocate il sesso nella vostra lista delle priorità?

In base a diversi studi è stato dimostrato che le persone più attive sessualmente godono di una salute maggiore. In genere potete verificare anche di persona:chi è sessualmente attivo ha una vità più serena, certo è anche vero che “il troppo stroppia” e che non si deve esagerare, ma vediamo assieme i 5 punti per cui il sesso fa bene!

1. Fare l’amore allunga la vita: diversi studi, osservando dei campioni di persone hanno dimostrato che le persone maggiormente attive sessualmente, hanno una durata della vita maggiore rispetto a quelle meno attive.

 Copyright versoilsole.it 2018

Il sito Verso il Sole è stato realizzato con Joomla! software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL

In questo sito utilizziamo i cookie per fini statistici, senza immagazzinare informazioni personali. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.