custodi della naturaChe ne è dei folletti, degli elfi, degli gnomi, di silfidi, ondine e Deva?

Sono solo personaggi partoriti dalla fantasia dei poeti, relegati nel dimenticatoio dal materialismo imperante ove ciò che è sottile non ha diritto di cittadinanza?

Il nostro mondo ha vissuto una progressiva densificazione, ma oggi risale, anche se a fatica, verso un futuro più luminoso e meno denso: la famosa "eterizzazione" del pianeta è inevitabile.

E per gli invisibili custodi della Natura è ora possibile manifestarsi più spesso (scopriremo, in questo libro, che è proprio questo che sta accadendo), e riprendere le comunicazioni con gli umani: ci avviamo verso un mondo in cui i diversi regni sono consapevoli gli uni degli altri, possono comunicare fra loro e cooperano per il bene comune…

Come avviare queste prime comunicazioni? Come fare anche noi la nostra parte? è quanto ci spiega Anne Givaudan in questo libro, frutto come sempre dei suoi viaggi fuori dal corpo, dopo aver avuto accesso alle dimensioni dei molti e diversi custodi invisibili (ma sempre meno invisibili!) della Natura.

 

volevano un maschietto dalla sottomissione alla liberta3Gina ha un dono che le sconvolge la vita, che la porterà da Dunkerque a Roma, da Kabul a New York, mettendola in contatto con alte personalità ufficiali (ma, soprattutto, non ufficiali) del pianeta.

Ha però un tratto distintivo che condivide con altre ragazze: i suoi genitori volevano un maschietto.

Ha dunque atteggiamenti, comportamenti riflessi e convinzioni maschili, e le ci vorranno incontri davvero sorprendenti perché possa finalmente ritrovare la sua autostima e le chiavi della propria vita. Questo libro ci svela il mondo delle donne che, nelle speranze dei loro genitori, avrebbero dovuto nascere maschi.

Molte lettrici si riconosceranno, e molti lettori riconosceranno le donne che conoscono.

È anche la storia di una guarigione che ci tocca tutti da vicino, uomini e donne: la riconciliazione con il principio femminile che giace sepolto in noi quando non lo riconosciamo.

Non è un romanzo, anche se si legge come un romanzo.

Memorie da ritrovare, da liberare, da trasformare

prigioni o aliLe nostre memorie sono ovunque, in noi e intorno a noi, e spesso ci fanno reagire senza che ne siamo consapevoli.

Questo libro affascinante ci aiuterà a capire le nostre reazioni, i sensi di colpa, i nostri tabù e i nostri stress, ma anche a ritrovare la fiducia nelle nostre capacità e nei nostri talenti. Anne Givaudan ci accompagna, attraverso una serie precisa di fasi, a lasciar andare il vecchio mondo per prepararci a quello nuovo, quotidianamente.

Queste memorie, cosa sono? Da dove vengono? Quale incidenza hanno sulla vita? Che fare per guarire le ferite che contengono?

A questi e ad altri interrogativi troveremo risposta, riappropriandoci con questo libro del nostro potere creativo, delle nostre piene capacità e della gioia.

 

 

terra di smeraldoLa Morte... E dopo? Anne e Daniel Meurois-Givaudan ci propongono la loro risposta, frutto di numerosi viaggi astrali eseguiti in coppia secondo una tecnica ancestrale che permette loro di uscire di propria iniziativa dal corpo fisico e di penetrare liberamente nelle "Terre d'Oltrecorpo".

La Terra di Smeraldo è la vita vista dall'altra parte dello specchio: una vita in cui tutti i paradisi artificiali e tutte le fantasie hanno di che realizzarsi, ma anche una vita irreale, carica delle nostre proiezioni e dei nostri desideri. é la terra d'asilo, di riposo, di riflessione tra due vite, il luogo privilegiato in cui ognuno, a seconda del proprio livello di coscienza, ha l'opportunità di comprendere il proprio karma, ossia l'infinita catena di cause ed effetti che, di vita in vita, prolunga in noi le nostre azioni passate e mantiene l'illusione dell"'io".

In questa Terra di Smeraldo ove memoria, volontà e ragione sopravvivono ai legami fisici, nell'attesa di reincarnarsi, non vi sono giudici: ognuno è pienamente libero di orchestrare il proprio destino. Di questa "realtà di cui un giorno nessuno più si sognerà di dubitare", Anne e Daniel Meurois-Givaudan sono oggi testimoni, accogliendo l'invito dell'Essere di Luce.

 

il patto violato 

In questo libro, Anne Givaudan ci parla dei giorni bui, quando ci convinciamo che la vita si prende gioco di noi, e che non siamo fatti per questo mondo.

E la mente si riempie d'una sola idea ossessiva: fuggire da questa prigione, fuggire dalla vita… e nella disperazione perdiamo di vista il fatto che la vita non finisce mai.

Secondo il metodo che le è familiare, ossia espandendo la coscienza oltre i confini del corpo, Anne ci riporta le testimonianze "di coloro che, dopo un passaggio sulla Terra che hanno vissuto come infinita disperazione, hanno voluto raccontare la loro vita, il loro dopo-vita e, talvolta, la loro nuova vita".

Queste testimonianze ci riguardano tutti, che si sia depressi, tendenti al suicidio, oppure che si conoscano persone che lo sono o che hanno attuato questo gesto estremo. Capire cosa accade "dopo" aiuta a rimettere le cose nella giusta prospettiva.

Capire che cosa spinge a togliersi la vita aiuta a riconciliarsi con chi lo ha fatto, passando dal giudizio alla compassione. Anne Givaudan è autrice e coautrice, insieme a Daniel Meurois, di 19 titoli tradotti in molti Paesi. Tiene conferenze e seminari in tutto il mondo sulla nascita e sulla morte oltre che sulle antiche terapie essene.

 

forme pensiero2 

Le numerosissime forme pensiero che ci gravitano intorno condizionano e paralizzano le nostre scelte, attirano la collera e l'impulsività, rinforzano le nostre paure.

Le forme-pensiero sono all'origine delle malattie e di comportamenti nocivi per noi e per gli altri.

Dopo averle descritte in Forme pensiero: riconoscerle, scoprire la loro influenza sulla nostra vita, Anne Givaudan, specialista nelle terapie essene fondate sulla luce e sul suono, ha raccolto gli elementi che possono provocare una forma di apertura propizia alla guarigione.

E' un'opera eminentemente pratica, che risveglia in noi l'unica forza capace di trasmutare le forme-pensiero: l'Amore.

 

dalla sottomissione alla liberta2Cosa c’entra l’11 settembre con la nuova edizione, aggiornata e molto ampliata dall’Autrice, di questa raccolta di documenti sul “Governo dietro ai Governi”, altrimenti detto “Governo Mondiale” o “Governo Ombra”?

C’entra, perché molti governi se ne sono serviti come di una perfetta giustificazione per ridurre le libertà personali, scavalcare diritti costituzionali acquisiti da tempo, invadere la privacy del cittadino con sempre maggiori controlli.

Sono ormai troppi e flagranti i tentativi, felicemente riusciti, di manipolarci in mille modi, nel campo delle libertà personali, della salute, della ricerca, e così via.

Eppure l’unico nemico da combattere resta l’ignoranza, che l’Autrice definisce «una malattia dell’anima, insidiosa e perversa, che insinua in noi le premesse del lavaggio del cervello, delle nostre debolezze, delle nostre involontarie viltà».

Solo rendendoci conto che i nostri gusti, i nostri pensieri e le nostre scelte sono pilotati da altri, a cui noi stessi demandiamo tale potere sulle nostre vite, potremo infine riappropriarci della nostra sovranità, passando dalla sottomissione… alla libertà.

dalla sottomissione alla liberta 

Phnom Penh, la giungla dei Khmer rossi e il tempio di Angkhor sono lo sfondo della dodicesima testimonianza raccolta da Anne e Daniel Meurois-Givaudan; la comprensione spirituale del perché il mondo sia in preda a tanta violenza ci è offerta dagli insegnamenti di un Maestro di Saggezza disincarnato il cui Risveglio ha avuto luogo in Cambogia, insieme ad un metodo per reggere le scosse che quotidianamente agitano ormai il mondo.

Ci svela inoltre l'esistenza di una vasta cospirazione sovranazionale volta ad asservire la coscienza dell'uomo, alla quale, senza saperlo, partecipiamo, ma dalla quale è possibile liberarsi, risvegliando Colui che è in noi.

 

forme pensiero

 

Riconoscerle, scoprire la loro influenza sulla nostra vita

Le forme pensiero sono delle manifestazioni energetiche che hanno vita lunga o breve in base all'energia di cui vengono nutrite.

Tutti noi ne emettiamo, tutti ne siamo circondati, e a volte esse interferiscono con la nostra vita. Se sono visibili a chi è dotato di una vista sottile, perlopiù noi non siamo in grado di percepirle direttamente.

Ne avvertiamo tuttavia gli effetti, spesso dannosi per il nostro benessere psichico (è il caso, per esempio, delle idee ossessive) e fisico: se le barriere energetiche del corpo non sono sane, la forma pensiero può creare vere e proprie brecce nel guscio dell'aura, e questo è il primo passo verso le patologie piccole e grandi che conosciamo.

Il libro offre una straordinaria base che ci permette di capire energeticamente quale relazione vi sia tra il pensare e l'ammalarsi, e di conseguenza mettere in atto delle strategie per evitare che questo accada.

In questo sito utilizziamo i cookie per fini statistici, senza immagazzinare informazioni personali. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.