coscienza cosmoIl sole sta espandendo la sua coscienza, in quanto prossimamente assisterete a grandi espulsioni di massa coronale le quali non sono negative come si pensa ma è energia fotonica che riequilibra il Pianeta dal prossimo spostamento dei poli.

Il ciclo evolutivo della Terra sta per terminare e quando il predetto Pianeta si fermerà comunicherà al Sole la vibrazione d'amore conseguita.

In seguito a ciò il Sole predisporrà, per tutti gli esseri pronti al cambiamento, l'attraversamento quantico mediante la massa coronale, in quanto essa è l'esplosione della Luce Cristica.

Coloro invece che sono fermi nei loro vecchi schemi seguiranno le leggi obbligate della terza dimensione.

barbara marciniakDomanda: Vorrebbe dirci chi sono i Pleiadiani?

Barbara Marciniak – E' un grande mistero. Davvero non so dire chi siano veramente. Si sono presentati, poi ho iniziato a canalizzarli come un collettivo di esseri multidimensionali provenienti dal sistema stellare delle Pleiadi. Essi affermano di avere con noi legami di parentela e di aver fatto un viaggio a ritroso nel tempo per arrivare in questo nostro tempo dal loro futuro. Affermano che l'umanità, negli anni dal 1987 al 2012, si trova di fronte ad un punto di svolta decisivo e che la scelta che noi abbiamo fatto nella loro linea temporale probabile ha creato una pesante tirannia. Per risolvere il loro problema sono tornati in questo periodo che loro chiamano il "nanosecondo degli annali del tempo" per aiutarci a vedere con più chiarezza le nostre scelte e creare, possibilmente, una probabilità alternativa impostata sul proprio potere personale e la connessione alla natura. Diversamente, potremmo arrivare a vivere un'esistenza da incubo come esseri impotenti metà uomini/metà macchine.

galassiadi Anne Givaudan

Ritorno da un incontro poco comune, poiché si tratta di un incontro intergalattico. Vi sono stata condotta con questa sensazione di essere aspirata “verso l'alto” e sapendo che il mio ruolo sarebbe stato principalmente quello di una reporter o di una cronista di quel momento.

I Solari erano presenti, fatto rarissimo, come pure altri esseri, sicuramente di un'energia identica, poiché non potevo distinguere altro che la luce meravigliosamente amorevole che emanava da essi. I miei occhi ancora troppo umani, anche se fuori dal mio corpo fisico, non mi permettevano di distinguere di più. 
In questo luogo, ho anche riconosciuto degli esseri che avevo già incontrato su altri pianeti. E' sempre un momento straordinario per me, essere in presenza di tanti esseri dalle forme più diverse, ma con identica emanazione dell'amore che sprigionano.

yodadi Salvatore Brizzi

Innanzitutto chiariamo che tecnicamente il termine “maestro” sarebbe da attribuire solo all’individuo – uomo o donna che sia – che ha superato la quinta iniziazione. Stiamo dunque parlando di gestione totale dei corpi fisico, emotivo e mentale, identificazione totale con l’anima e capacità di “risorgere”, ossia di fabbricare un apparato psicofisico adulto senza la necessità di rinascere da una madre.

Questi maestri fanno parte della Gerarchia Spirituale del pianeta – la Grande Fratellanza Bianca – con sede a Shamballa.

Chiarito questo, quando utilizziamo il termine “maestro” di norma ci riferiamo a iniziati di alto grado i quali sono capaci di istruire e condurre lungo un cammino di crescita personale i loro allievi. Stiamo dunque parlando della capacità di “vedere” a che punto della sua evoluzione si trova una singola persona e guidarla all’interno di un percorso che in parte è comune con gli altri allievi, ma in parte deve necessariamente essere personale.

daniel meuroisarticolo di Daniel Meurois

Sono un extraterrestre. Sì, credo davvero di essere uno di loro. Volete sapere perché?

Perché alla fin fine, a ben pensarci, non rispondo pienamente ai criteri di normalità in vigore sulla Terra.

Primo, non ho paura della morte... è logico, visto che non ho il minimo dubbio sulla realtà dell'anima. Secondo, non subisco affatto il fascino della violenza; la rifuggo, anche quand'è ammantata dai più seducenti orpelli. E poi... i numeri da circo, in versione moderna, non mi commuovono, mentre tutto ciò che è "di tendenza" mi è assolutamente indifferente. In più non fumo, e il mio cellulare rimane quasi sempre in fondo a una borsa, scarico.

bimbo-Ormai da molti anni si sente parlare di “bambini Indaco” e, a tal proposito, esiste anche una nutrita letteratura oltre a molti “sentito dire”.
Nel percorso psico-spirituale che mi sono ritrovata a percorrere ho avuto modo di incontrare diversi Bambini Indaco, almeno fino a qualche anno fa; da un certo momento in poi, nei bambini con i quali continuavo a venire in contatto ho iniziato a percepire caratteristiche psicologiche e spirituali ben precise e molto diverse dalle caratteristiche che definivano la connotazione “Indaco”.

Con curiosità crescente, ho provato a trovare linee guida delle diverse qualità che differenziavano i nuovi bambini… Dapprima mi sono imbattuta in Bambini Arcobaleno e Fucsia, poi sono arrivati i Cristallo e i Green… Più avanti descriverò le loro caratteristiche per come le ho percepite e le sto percependo.

annegivaudanMessaggio trasmesso tramite Anne Givaudan da "I Solari"

Fratelli e sorelle di sempre, noi vi salutiamo.

Sentiamo le vostre voci giungere fino a noi: “ma cosa stanno facendo dunque questi fratelli sulla loro nuvola quando la Terra va così male? perché non ci dicono niente?”

Eppure non siamo mai stati lontani da voi e non vi siamo mai stati così vicini come in questo momento. La separazione, la lontananza sono dei concetti che non esistono sui nostri piani di coscienza. Vi siamo sempre vicini, anche se non ci sentite, anche se non ci percepite.

La distanza, il tempo, lo sapete bene, sono illusioni della vostra attuale materia, ma credere nell’illusione non è forse ancora un’illusione che impedisce di andare verso l’unità? Non parliamo con parabole e nemmeno nell’astratto. Verrà un giorno in cui per voi queste nozioni saranno tanto concrete quanto lo sono adesso la destra e la sinistra, l’alto e il basso.

omraam-mikhaël-aïvanhovLa ginnastica è guidata dal Maestro Omraam Mikhaël Aïvanhov presso il centro del Bonfin, nell'agosto del 1982; sua è la voce fuori campo. Questi esercizi sono volti a rafforzare il corpo energetico, il sistema nervoso, a rilassare e tonificare il corpo fisico. Nell'esecuzione degli esercizi si consiglia di inspirare quando il movimento va verso l'alto ed espirare quando il movimento va verso il basso in modo da amplificare l'effetto sul corpo eterico. E' inoltre opportuno pronunciare con convinzione queste formule affinché gradualmente la parola si realizzi sul piano fisico. "Svolgendo la ginnastica con attenzione e consapevolezza, si ottengono grandi miglioramenti sia per la salute fisica sia per l'equilibrio in tutti i piani. I movimenti sono semplici e facili, chiunque li può eseguire senza difficoltà. Essi certamente non sviluppano il sistema muscolare, ma rafforzano il sistema nervoso e permettono di interagire con le correnti cosmiche "

Omraam Mikhaël Aïvanhov

braschi1Enzo Braschi
dal grande successo di “Drive In”
alla scoperta del suo cuore nativo americano

di Rosalba Nattero

Non capita spesso che una persona all’apice del successo lasci la sua carriera principale per intraprendere un cammino all’interno di se stesso e verso l’ignoto.

Enzo Braschi è stato uno degli attori comici italiani più noti al grande pubblico negli anni ‘80. La sua immagine è indelebilmente associata alla trasmissione-cult Drive In di Antonio Ricci, un programma che ha creato un nuovo modo di fare televisione. Enzo Braschi era parte integrante del cast e rivestendo vari ruoli tra cui quello del famosissimo “paninaro” ha contribuito al grande successo del programma. Ma l’anima più nascosta di Enzo Braschi mandava richiami impellenti verso la sua vera natura, e così l’“attore” si è messo da parte per lasciare spazio al “cuore nativo”.

In questo sito utilizziamo i cookie per fini statistici, senza immagazzinare informazioni personali. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.