film menu doc menu interviste menu conferenze menu

 

playlist con i video preferiti di LauTv

clicca il pulsantino in alto a sinistra nel video per scegliere quale filmato guardare

   

 

 

 

2012

Il mondo si sta avvicinando all'incontro con il momento che i Maya definivano "La fine del tempo conosciuto". Il 21 Dicembre 2012 è la data indicata dal Calendario Maya per segnare la fine di questo mondo, almeno per come lo conosciamo, o pensiamo di conoscerlo. Ma chi erano veramente i Maya? Perché dovremmo affidarci alla conoscenza di un popolo esistito più di 5000 anni?

ANTONIO GIACCHETTI (esperto di Civiltà Maya) e FABIO MARCHESI (scienziato) ci aiuteranno a comprendere e ad approfondire gli argomenti, inevitabilmente correlati, al tempo in cui stiamo vivendo. La Terra sta subendo una rapida evoluzione. Le sue vibrazioni aumentano, i suoi poli si stanno spostando e ovunque il clima si sta modificando. Secondo gli studi e le ipotesi di Gregg Braden, i poli potrebbero invertirsi nel 2012.

Le librerie e la rete informatica pullulano di testi che affrontano, da diversi punti di vista, un tema sempre più sentito. Film e documentari ci narrano di prossimi cataclismi. Molti si chiedono: "Cosa ne sarà di noi?", spostando, come sempre, l'attenzione sulla paura. La domanda giusta però è questa: "Cosa significa, o cosa dovrebbe significare questo momento per la razza umana, e per ogni singola nostra esistenza?" Anche un'altro antico popolo ci parla dei nostri tempi, i Sumeri ci narrano di Nibiru, il Pianeta degli Dei, e se i calcoli dei Sumeri sono esatti, Nibiru dovrebbe presto entrare nel nostro sistema solare, portando con sé tutte le risposte.

animali fattoria

Noi ci affezioniamo molto a cani, gatti e cavalli, ci prendiamo cura di loro e quando muoiono viviamo un autentico lutto. Ma ai maiali, ai vitelli, alle galline riserviamo un trattamento brutale, di sfruttamento, lontano da qualsiasi forma di affetto, essendo essi parte di un sistema produttivo, il cui unico scopo è produrre la maggior quantità di cibo al minor costo. Per giustificare questo comportamento, gli animali sfavoriti devono essere considerati inferiori, indegni di un attaccamento affettivo. Se dovesse sorgere il dubbio che anche gli animali sfruttati abbiano un certo valore proprio, nascerebbe un conflitto irrisolvibile. Un modo sicuro per evitare il sorgere di tale conflitto è tenere le due categorie di animali, privilegiati e sfruttati, in ambiti della nostra mente completamente separati. [Rupert Sheldrake, "I poteri straordinari degli animali"]

Per conoscere gli animali da fattoria, l'affetto che sanno dare e ricevere, la loro dignità, la loro bellezza. Un documentario basato sul libro "Il maiale che cantava alla luna" dello scrittore di fama internazionale Jeffrey Masson. Adatto a tutte le età, particolarmente indicato per la visione nelle scuole medie inferiori e superiori, questo video mostra gli animali "da fattoria" per quello che sono realmente, esseri senzienti e non "macchine" come sono oggi considerati negli allevamenti intensivi. Nel video impareremo a conoscere questi animali, che solitamente non vengono né amati, né rispettati. Vedremo come vivono in natura, e come vivono invece nella dura realtà dell'allevamento, ma anche come potrebbero vivere se venissero rispettati, l'affetto che sanno dare e ricevere, la loro dignità, la loro bellezza, dentro e fuori. Evitare il loro sfruttamento e la loro morte dipende solo da noi: basta smettere di mangiarli.

inka

- Porta del Sole -

"Le immagini che state per vedere sono abbastanza rare. Immagini di cerimonie fatte apposta per antropologi e turisti sono abbastanza frequenti, queste invece sono immagini che si riferiscono a cerimonie vere, autentiche.

Queste cerimonie sono officiate da alcuni degli uomini spirituali più importanti delle Ande. Siamo riusciti a filmarle solo in virtù di un'amicizia con il capo del culto della Pachamama, e solo dopo avergli promesso che tutti i contenuti sarebbero stati veicolati sotto la sua stretta supervisione. Si tratta di cerimonie fatte nella settimana precedente al 21 giugno, e nel corso delle quali vengono attivati energeticamente alcuni siti sacri dell'altipiano in attesa e preparazione della grande cerimonia pubblica del Willka Kuti, il solstizio d'estate, quando i raggi del Sole dell'alba attraversano la Porta del Sole, che è il sito sacro, il sito archeologico più importante del Sud America.."

taurini

Terra Taurina, è un'associazione culturale, apolitica ed aconfessionale, che si propone tramite pubblicazioni, serate d'approfondimento e manifestazioni di rievocazione storica di salvaguardare e divulgare il patrimonio storico, archeologico, linguistico, tradizionale e artistico del territorio piemontese, ligure e valdostano ricercando quei legami con le nostre radici più antiche e i valori più profondi.

don edmundo pacheco blanco

Intervento di Don Edmundo Pacheco Blanco al convegno "Guarire: Oltre la Cura".

Nato in Bolivia nel 1959, studia medicina naturista e generica e tiene corsi di psicologia, specializzandosi poi nella Medicina Tradizionale Sudamericana.
In tutti questi anni ha espanso la sua cultura con ulteriori studi, diplomandosi in cucina macrobiotica in Brasile con il prof.Tomio Kikuti e poi tenendo corsi e laboratori sulla sicurezza alimentare.
Ha vissuto per anni nelle comunità indigene locali del continente americano studiandone usi, costumi e religioni, dalla Terra del Fuoco all'Alaska.
Ha ottenuto il più alto riconoscimento sciamanico dalle tribù indigene, diventandone formatore.

marie noelle urech

Conferenza di Marie Noelle Urech, che ci presenta il suo libro "Tu puoi vincere il cancro" (Anima Edizioni)

Alcuni argomenti affrontati nel video:

Alla parola cancro possiamo associare un'idea diversa da "morte" o "problema". In realtà non c'è malattia più grande dell'impotenza. La nostra epoca cerca di farci sentire impotenti in molti ambiti, di modo che possiamo diventare dipendenti e manipolabili.

Dobbiamo imparare a rivisitare il concetto di salute, diventando responsabili della nostra malattia, e non delegando ad altri "al di fuori di noi" tutto il percorso.

Il cancro è una malattia simbolica, perché quello che succede nel nostro corpo succede anche nella società: "cellule" che non seguono più la direzione ma proliferano in modo autiomatico. Le famiglie si frammentano, le nazioni si fanno la guerra...

In ambito medico, parlando di cancro, non si può parlare di "guarigione": i medici dicono che in questo modo si darebbero "false speranze". Ma perché non dare la speranza della guarigione? Perché togliere anche la speranza?

valdo vaccaro

“La natura è sovrana medicatrice dei mali”, diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.

Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine. Una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo.

L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Ogni dieta va valutata nella logica, nel rigore scientifico, nell'esperienza prolungata, nella sostenibilità, nel buon senso, nel medio e lungo periodo, e non certo negli effetti eclatanti dei primissimi mesi.

Ribadiamo che l'igiene naturale è contro tutte le diete, e che il suo vega-fruttarianismo tendenzialmente crudista non è una dieta e nemmeno una moda alimentare, ma un sistema di vita collegato a una filosofia comportamentale e salutistica di antichissime e testate origini.

E' il sistema degli spartani, degli ateniesi, dei cartaginesi, dei legionari romani. E' il sistema dell'unica scuola medica mondiale affidabile apparsa nella storia, quale la Scuola Medica Salernitana. E' il sistema dei Pitagora, degli Ippocrate, dei Buddha, dei Marco Aurelio, dei Gesù, degli Archimede, dei Dante, dei San Francesco, dei Boccaccio, dei Maometto, dei Leonardo, dei Bruno Giordano, dei Voltaire.

Non fatevi condizionare dagli spot e dalle rubriche televisive! Usate il cuore e usate il cervello!

In questo sito utilizziamo i cookie per fini statistici, senza immagazzinare informazioni personali. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.